• Sara D'Alessio

#3 - LONDRA

Sono passati troppi anni da quando i signori con bombetta e ombrello nero popolavano la city. E anche da quando i Beatles attraversavano sulle strisce pedonali. E pure dal periodo in cui i Clash l’hanno resa capitale del Punk. Alle 17 soltanto la Regina beve ancora il thè: i londinesi sono troppo impegnati a fare soldi nella City e al massimo preferiscono mangiare “Fish&Chips” o qualcosa di veloce in un fast food etnico. I serissimi signori inglesi camminano fianco a fianco con cingalesi, indiani, giamaicani, africani e qualche altro centinaio di etnie di tutto il mondo. Qualcosa a Londra è irrimediabilmente cambiato. Resta il fascino di monumenti da vedere assolutamente, che resistono al tempo, immutati e celebri.


Cosa vedere a Londra?

Trafalgar Square: dalla maestosa piazza si snodano le arterie principali della città: The Mall, il viale che porta a Buckingham Palace, lo Strand, che porta alla City, e Whitehall, che conduce all’House of Parliament. Intitolata alla battaglia di Trafalgar, in cui l’ammiraglio Horatio Nelson sconfisse le flotte spagnole e francesi durante le guerre napoleoniche nel 1805, in origine la piazza era la sede delle King’s Mews, le stalle reali. Oggi Trafalgar Square è una vera e propria icona della città e ospita uno dei musei più famosi al mondo, il più importante di Londra: la National Gallery


Buckingham Palace : la residenza della monarchia inglese, costruito nel 1703 per il duca di Buckingham, e soltanto in seguito acquistato da Giorgio III che ne fece la residenza sua e della famiglia reale. Se intorno alle 11.30 vi aggirate nei pressi di Buckingham Palace e vedete uomini in uniforme rossa, con un ingombrante copricapo di pelliccia nera, che sfilano scambiandosi cenni curiosi, state certamente assistendo alla cerimonia del cambio della Guardia di Sua Maestà, un rito che si rinnova dal 1660.


Eccezionale esemplare di architettura neogotica, l’House of Parliament, conosciuto anche come Palazzo di Westminster, è un maestoso edificio di 1200 stanze in cui hanno sede le due camere del Parlamento inglese: l’House of Commons e l’House of Lords.


Tower Bridge: letteralmente significa “ponte della torre”, è in ponte levatoio più famoso al mondo, che collega la zona di Southwark alla Torre di Londra. Patrimonio dell’Umanità, protetta dall’UNESCO e con più di 1000 anni di storia, la Torre di Londra è un’altra delle cose da vedere assolutamente a Londra. Un complesso monumentale di torri, edifici e cortili circondati da alti bastioni eretto nel 1078 lungo il Tamigi per proteggere i Normanni dalle incursioni dei cittadini della City e dagli invasori esterni. Il primo e più antico edificio a essere eretto, dietro ordine di Guglielmo il Conquistatore, è la White Tower (la Torre Bianca) con quattro torri angolari coperte da cupole e custodisce la meravigliosa St. John’s Chapel, capolavoro di architettura normanna. Antica residenza reale, prigione di stato, teatro delle esecuzioni di personaggi di alto rango e dei dissidenti religiosi, zoo reale, sede della zecca del regno, custode dei gioielli della Corona, è tra le mura di quest’imponente fortezza che è stata scritta gran parte della storia di Londra.


Arte e musei

Dall’arte contemporanea alle origini della nostra storia: un’esperienza unica, che soltanto una visita al British Museum, il museo pubblico più antico al mondo, può regalare. Un viaggio all’indietro nei secoli alla scoperta dei tesori più belli e antichi del mondo, fra otto milioni di oggetti che raccontano la storia dell’uomo, dalle prime incisioni su pietra dell’era preistorica alle prime monete, dai geroglifici alle antichissime ceramiche cinesi, fino ai dipinti del XX secolo.


Tate Modern: galleria d’arte nata dal progetto di espandere e dividere la collezione d’arte britannica contemporanea da quella del passato custodita nella Tate Britain; entrambe, insieme alla Tate Liverpool e la Tate St. Ives in Cornovaglia, fanno parte del complesso museale Tate.


National Gallery: come é stato spiegato prima, essa è il museo piùimportante di Londra, situata in Trafalgar Square.La galleriacustodisce il nudo più famoso dell’arte preistorica, la Venere di Bilendorf, risalente a 25.000 anni fa, e la principale raccolta inglese di pittura, assolutamente da vedere, in cui padroneggiano i dipinti di scuola italiana, fra i quali alcuni preziosi Botticelli, Raffaello e Michelangelo, e i maestri inglesi del ‘700 e ‘800, oltre a una vasta raccolta di opere contemporanee.


Cosa mangiare a Londra?

Fish&chips: consiste in una porzione di merluzzo e patate,rigorosamente fritti, servite in una carta per alimenti grondante d’olio. Se proprio non siete propensi a gustare la cucina locale, non vi mancheranno le alternative etniche: Londra è la città più muticulturale del mondo, quindi è un festival di cucina thailandese, cinese, africana, cingalese, giamaicana e così via. Al mattino dimenticate caffè, latte e cornetti e fate spazio a pancetta, uova e porridge (unazuppa d’avena). Per mangiare qualcosa di tipicamente inglese, recatevi in un pub, che sono molto diversi da come li intendiamo in Italia: qui non servono solo birre e panini con hamburger ma piatti anche elaborati, di solito a base di carne di manzo o di maiale, cacciagione e cipolle.


#Travel #Trip #Holidays #Londra #Inghilterra #City #Turismo

3 visualizzazioni
CONTATTACI
Logo-Raduni-04-1.png
logo a colori.png
Spreaker-Logo.png
  • Spotify Social Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon

Licenza SIAE n 5019 / I / 4680

Licenza SCF n 1629/15

Foro competente: Bologna

Emittente affiliata a RadUni

 «Questa emittente riconosce il valore del diritto d’autore a sostegno della creatività e della cultura. I compensi sono il salario degli autori e servono anche per promuovere e finanziare opere nuove e nuovi talenti».